La Giralda di Siviglia: leggende, storia e tradizione

La Giralda di Siviglia: leggende, storia e tradizione

Share Button

Non ha importanza se è la tua prima volta a Siviglia o se hai vissuto lì per metà della tua vita, il punto è che non c’è una sola volta che passi per la Giralda e non provi la sensazione di ammirazione, magia e mistero caratteristica di questo luogo. Qualunque sia la tua provenienza, età o qualunque siano le tue preferenze culturali, la Cattedrale di Siviglia si impone su tutte queste etichette diventando un’attrazione turistica, culturale e storica. Ora e nei secoli dei secoli.

Situata tra la grande Avenida de la Constitución (con i suoi negozi e tram) e il mitico Barrio de Santa Cruz (con il suo profumo di fiori d’arancio e suoni di chitarra), la Giralda è una costruzione fatta sulla base di leggende e tradizione storica. Un’opera che risplende in modo impressionante da qualsiasi punto della città e che lascia sbalorditi tutti quelli che la ammirano. Dal momento che si tratta di una visita imprescindibile, ti raccomandiamo di scegliere il Petit Palace Canalejas Sevilla, il Petit Palace Marqués de Santa Ana o il bellissimo Petit Palace Santa Cruz per godertela come non mai e per averla vicina a pochi passi di distanza.

Le sue origini arabe rimandano agli inizi del secolo XII quando gli Almohadi di Siviglia erano i signori padroni della città. In quegli anni, secondo la leggenda, si dovette costruire una piattaforma speciale di grande altezza per poter dar forma alla torre che diventasse la principale mezquita della città. Quale fu il procedimento successivo? Installare una piattaforma di fondamenta speciali (secondo molti era qualcosa di veramente impossibile per l’epoca di cui parliamo) che partiva dalla zona del quartiere del Arenal e arrivava fino a Puerta de la Carne.

Un’altra tra le leggende che più richiamano l’attenzione sul principale monumento della città è quella che fa riferimento all’origine delle catene che circondano il tempio. Sono catene che furono collocate nel XVI secolo e che rappresenterebbero i limiti propri e naturali della giurisdizione civile di Siviglia.

Anche se ci sono molte leggende, c’è un fatto nella storia che semplicemente affascina (ancora di più se ci mettiamo nei panni degli abitanti dei secoli precedenti) ed è quello che indica che la torre della Giralda fu (nel corso degli anni) la principale luminaria della città in momenti decisivi. Occasioni come la nascita di un principe, l’incoronazione di un nuovo re o la nomina di un Papa. Un totale di 144 punti di luce che davano senso, colore e vita a ogni momento storico di questo bel territorio.

Share Button
comentarios