Ingrediente chiave per cucinare il miglior Txangurro

Ingrediente chiave per cucinare il miglior Txangurro

Share Button

Parlare di giorni liberi, di offerte last minute oppure di vacanze di lungo periodo è molto più che parlare di dormire, del dolce far niente, e passeggiare per il tuo luogo di destinazione con la tua macchina fotografica in una mano e una guida nell’altra… esattamente come qualunque altro turista.

Compiere un viaggio, staccare la spina andando oltre i confini della tua città, è molto di più, è un’esperienza che tocca ciascuno dei sensi del tuo corpo, che regala piacere e che coinvolge anche il nostro palato. Assaporare la gastronomia della Spagna è imprescindibile e per questo Bilbao ne dà una buona prova.

Sede di cuochi del calibro di Martín Berasategui, Juan Mari Arzak o Karlos Arguiñano, mangiare a Bilbao è un autentico lusso. Un vero piacere, persino oltre, se scegli di degustare un delizioso Txangurro, quello autentico. Una ricetta squisita elaborata con granseola cotta e sminuzzata che si serve nel suo guscio. Sicuramente se hai già trascorso alcuni giorni di relax in un hotel a Bilbao di Petit Palace già hai avuto l’opportunità di assaggiarla e gustarla come merita.

Anche se può sembrare che la sua preparazione consista soltanto nel cuocere la granseola, sminuzzarla e servirla, il segreto del suo successo non richiede soltanto un’elaborazione meditata, ma anche l’uso di ingredienti imprescindibili come il burro, l’olio (sempre extra vergine), il brandy (almeno un bicchiere), cipolle e alcuni spicchi d’aglio.

Un altro di quei segreti che non dovresti trascurare, se decidi di cucinare un autentico txangurro, è riempire il tegame di molta acqua. Non risparmiare sulla quantità. Più acqua contiene il nostro recipiente, più bollirà la nostra granseola, con un po’ di sale (gli esperti dicono che la misura perfetta sono 50-60 gr di sale per litro d’acqua).

Infine, sarà cruciale cuocere le granseole separatamente, per poi ritirarle dal fuoco per lasciare che si intiepidiscano prima di toglierle dall’acqua. Se segui questi semplici trucchi e curi con attenzione il soffritto (che preparerai con pomodoro, cipolla e aglio) ti possiamo garantire che otterrai una ricetta degna della Stella Michelin.

Share Button
comentarios